5 Azioni per diventare fortunato

Credi veramente che esista la fortuna?
Bene, sono d’accordo. Siediti su una poltrona e aspetta che arrivi anche da te.
Ma sei sicuro che questo sia il modo giusto per trovarla?
Essere fortunati non √® una caratteristica di qualcuno. Essere fortunati vuol dire vivere seguendo determinati criteri. Qualcuno lo fa inconsapevolmente. E sempre questo qualcuno viene definito “Fortunato” dalle persone.
Oggi voglio insegnarti a diventare fortunato.
“Eh ma dai, impossibile.. Fortunati si nasce non lo si diventa leggendo un articolo..”
Se ne sei convinto, torna pure a sederti. Ma se vuoi migliorare la tua vita continua a leggere ūüėČ
n_quadrifoglio_1024_1
5 azioni per diventare fortunato in una settimana:

1. Convinciti di essere fortunato
Qualunque cosa ti accada interpretala come un segno positivo, che migliorerà la tua vita.

2. Cambia le tue abitudini
Chi fa sempre le stesse cose otterrà sempre gli stessi risultati. Prova a cambiare, trova nuovi stimoli e cerca nuove strade per la tua vita. Questo articolo ti può aiutare (link)

3. Aiuta qualcuno
Darsi da fare per le altre persone, per qualcuno che ti è caro, magari un amico o un parente, è fonte di inesauribile fortuna. Se aiuterai qualcuno con il semplice intento di renderti utile troverai una grande fortuna, ma non aspettarti niente in cambio, o non tornerà mai niente.

4. Poniti obiettivi nuovi
La fortuna aiuta gli audaci. Se non risichi non rosichi. Insomma tanti detti popolari, ma il succo è sempre quello, se non punti verso qualcosa, magari anche di grande come puoi pensare di avere fortuna? Credi veramente che un gratta e vinci basti per essere fortunati?

5. Apriti alla vita
Il punto 5 √® da tenere a mente sempre. Quando ti apri agli altri, ti apri alla vita. Nel recente film “YESman” con Jim Carrey, il protagonista si auto-obbligava a rispondere si ad ogni domanda o richiesta. Certo, questa √® una estremizzazione, ma se dirai un si ogni 2 no sar√† un notevole miglioramento e sicuramente avrai una grande fortuna.

C’√® qualcosa che ti impedisci di essere fortunato? Niente. Forse solo la tua mente.

Yes I Want.

Annunci

I tuoi records personali

Ciao, c’√® qualcosa che ti riesce particolarmente bene? Ti senti ferrato in una disciplina, sai di essere bravo nel fare qualcosa, qualunque cosa?

xin_5320805202255718602016 

Bene, allora oggi ti propongo una sfida, migliorare il tuo record personale. Intendo il termine nella sua accezione pi√Ļ generica.

Es. Sei molto bravo nello studio. Riesci a studiare e ripetere 30 pagine in 1 ora di tempo. Perfetto, allora sfidati. Fai la stessa cosa in un tempo pi√Ļ breve (45 minuti).

Si può applicare questa tecnica anche in altri ambiti, non prendere solo una sfida temporale.
Ti senti un cuoco provetto?

Bene, allora prepara una pietanza stravagante, prendi una ricetta molto complicata e cerca di farla nel migliore dei modi, facendola poi assaporare da qualcuno che ti conosce bene.

Oppure se suoni uno strumento musicale, prova ad eseguire uno spartito complicato senza commettere neanche un errore.

Insomma fai in modo di battere un tuo record personale.

Diversi studi hanno dimostrato che quando una persona ha battuto un record molto ostico riuscir√† pi√Ļ facilmente a riavvicinarsi a quei livelli.
Non serve che tu stabilisca sempre un primato mondiale, ma se una sola volta superi i tuoi limiti tutte le altre volte andrai comunque sopra la tua media, migliorando la tua attività preferita e la tua vita.

Fammi sapere com’√® andata!

Il volo del calabrone

alitalia-thumbIl calabrone non può volare. La sua struttura fisica, la sua conformazione aerodinamica e il suo peso non gli permettono di alzarsi in volo. Il problema è che nessuno lo ha avvertito.

Ti sembrer√† ridicolo ma √® proprio cos√¨. Secondo tesi scientifiche il calabrone non √® in grado di volare. Eppure lui ci riesce. Nessuno gli ha mai detto “Ehi guarda che tu non puoi volare” altrimenti ora vedremmo solo grandi scarafaggi con le ali camminare

Lui è lì, solitario che svolazza su qualche fiore, senza dar peso a queste dicerie. Lui vola, non è cosciente del fatto che non potrebbe farlo.

E a te √® mai capitato? Qualcuno ti ha mai detto “Non sei portato per questa cosa qu√¨” “Lascia stare che non hai le capacit√†”?

Beh se ti hanno detto queste frasi hai davanti a te due scelte. La prima è che dai ascolto a quello che dicono le persone e cominci a camminare. La seconda è che apri le tue ali e cominci a volare.

Nessuno deve decidere quello che puoi o non puoi fare. Solo tu scegli. Dimentica quello che ti hanno detto e un passo alla volta riprenditi l’arte del volo. Io ti dico che puoi farlo. Tu che ne dici?

Yesiwant.

5 Azioni per migliorare la tua giornata.

new-super-mario-bros-20050515005341289
Ciao, dopo l’articolo su come uscire dalla crisi (questo) voglio darti 5 azioni che se eseguite quotidianamente renderanno ogni tuo giorno migliore, stimolando una sensazione di benessere e di energia, permettendoti di affrontare gli impegni quotidiani con maggiore sprint.

1 – Appena ti svegli non correre verso il frigo, ma fai 3 respiri intensi e ritrova il contatto con il tuo corpo ancora irrigidito dalla notte. Sciogliti un pochino con uno stretching leggero, senza fare esercizi troppo drastici o movimenti violenti.

2- La mattina (ma anche durante il giorno pu√≤ andare bene) visualizza il tuo successo. Voglio in pratica che immagini le sensazioni piacevoli che proverai nel momento in cui avrai realizzato il tuo obiettivo (Es. “Ottenere una promozione sul lavoro”)

3- Controlla l’alimentazione, durante tutto il giorno. Evita cibi grassi, fritti o molto pesanti. Mangiare leggero stimola processi di benessere psico-fisici.

4- Aiuta almeno una persona. Quando aiutiamo qualcuno in una qualsiasi cosa ci sentiamo meglio. Stimoliamo la nostra socievolezza e facciamo in modo che gli altri si aprano a noi. Aiutare qualcuno è semplice ed è uno dei primi modi per stare bene. (Attenzione a non farti sfruttare però, quella è un altra cosa :))

5- Sorridi. Tutto qu√¨, magari non ci riuscirai, magari certe volte √® proprio faticoso, ma sforzarsi ogni giorno per mantenere un sorriso sincero e aperto alla nostra vita rende le nostre giornate magnifiche. Se proprio hai una di quelle giornate nere mettiti nel tuo iPod un bel po’ di musica piena di energia e grinta, ritroverai subito il sorriso!

Bene, ti invito a seguire queste semplici azioni ogni giorno, riuscire a migliorare la propria vita è qualcosa che parte dal nostro impegno quotidiano. Se ogni istante vivrai con energia e col sorriso la tua vita (fatta di istanti) sarà una vita di successo e di soddisfazioni.

Yesiwant. La via per il successo personale.

Tutti imparano a camminare

caught_in_the_middle_by_xrawramanduhx
Quando sei piccolo, molto piccolo, non cammini. Non lo sai fare. Vai a quattro zampe. Poi piano piano ti sfidi. Ti dici “ma s√¨, tutti intorno a me stanno in piedi e sembrano cos√¨ veloci, cos√¨ scattanti, imparare a camminare deve farmi proprio migliorare!”

Detto questo Ti alzi. Caschi. Ti rialzi. Ri-caschi. Ti rialzi. Ri-caschi. Ti rialzi. Ri-caschi. Ti rialzi. CAMMINI.

Perch√®? Perch√® tutti i bambini imparano a camminare? Per quale ragione nessun bambino all’ennesima volta che cade magari anche facendosi male si ferma? Secondo te √® perch√® quando eri piccolo qualcuno ti incitava a rialzarti? O ti obbligava?

NO. Tu avevi deciso di RIALZARTI. Avevi scelto di CAMMINARE, non di restare tutta la vita per terra. Volevi una cosa. L’hai ottenuta.

Perchè oggi non è sempre così? Cosa è cambiato da allora? Per quale maledetto motivi oggi quando vuoi una cosa ti fermi anche solo dopo la prima difficoltà?  Hai un obiettivo? ALZATI e vallo a prendere. Ti costasse anche 10,100,1000 cadute. Tu ti RIALZERAI SEMPRE e combatterai ogni istante. Camminerai. Vincerai.

Yesiwant.

Che fai ancora lì per terra?  Alzati. Ora.

La legge di attrazione

Voglio parlarti brevemente di un concetto molto importante. La legge di attrazione.
Si tratta di un concetto molto semplice, ma allo stesso tempo difficile da far proprio,  e ti consiglio di esercitarti per piegare questa legge a tuo vantaggio, ed ottenere successo nella vita.

Tu sei quello che pensi di essere

Questa frase a mio avviso riassume in maniera concisa quello che √® la legge di attrazione. Detti popolari come “piove sul bagnato” altro non sono che espressioni della legge di attrazione.
L’universo non agisce in funzione di casualit√†, e il destino non esiste. Nulla √® scritto, tutto √® nelle tue mani. Se tu pensi di essere una persona sfortunata le cose intorno a te reagiranno in conseguenza del tuo pensiero.

yesiwant2

Cambia ora il tuo pensiero.

Non concentrarti su quello che non vorresti essere. CONCENTRATI SU QUELLO CHE VORRESTI ESSERE. 
La nostra mente ha un influenza DOMINANTE sulla nostra vita. Tutto quello che pensiamo si traduce in realtà. Se ti convinci che un progetto andrà male, quando lo porterai a termine andrà realmente male, ma solo perchè tu hai pensato questo.

Da adesso in poi pensa a quello che vorresti essere, e ogni istante elimina pensieri NEGATIVI e costruisci pensieri POSITIVI su quello che vuoi ottenere dalla vita.

Non lascerai che la tua mente si diverta a determinare il tuo destino. Tu indirizzerai la tua vita nella direzione che sceglierai. E sceglierai di vincere.

Yes i want. La via per il successo personale.

Non mi sono spiegato – Comunicazione Efficace

Non hai capito”
NO

“Non mi sono spiegato”
SI 

comunicazioneeff 

Esattamente, sembra una cosa banale, sembrano due sinonimi ma la realt√† √® che c’√® una grande differenza tra le due espressioni.
La responsabilità della comprensione del messaggio è della fonte emittente, non di chi ascolta. Se tu vuoi far capire qualcosa alle persone devi spiegarti nel modo corretto, se loro non afferrano il concetto non è perchè sono stupide o limitate, semplicemente NON TI SEI SPIEGATO.

Ogni volta che vuoi comunicare in maniera efficace con le persone parti da questo assunto di base, il messaggio che vuoi trasmettere arriverà nella maniera in cui tu lo farai arrivare, le persone non stanno nella tua testa, sei tu che devi fare un quadro esatto della situazione.
Da adesso in poi fai attenzione a tutte le volte in cui non riesci a spiegarti, e stai attento a non usare l’espressione numero uno…