Gli strumenti del tuo successo

Ciao, rieccomi da te a parlarti di qualcosa di fondamentale: Gli strumenti del tuo successo.

materiale-e-strumenti-per-riparazioni

Durante la giornata nelle tue varie attività (lavoro, studio, sport, relax etc.) ti trovi a dover usare diversi strumenti, ad esempio il Computer in molti casi, oppure attrezzature particolari per un lavoro o qualunque genere di strumento che ti possa essere utile per il regolare svolgimento di esse.

Ora, per avere successo e concretizzare il tuo lavoro, hai bisogno di tenere a mente due fattori:

– Gli strumenti devono essere il top
– Tu devi saperli sfruttare al massimo

Solo in questo modo risparmierai molto tempo utile, riuscirai ad essere più efficace e soprattutto riuscirai a svolgere le tue attività nel migliore dei modi.
Prova ad immaginare un falegname costretto a costruire un mobile con un solo cacciavite e un solo martello, di sicuro non riuscirebbe a tirar fuori un prodotto eccellente.

Hai tralasciato qualche strumento ultimamente? Sei indietro con la tecnologia? Bene allora rimettiti sotto e torna in forma.
Yes i want.

P.s. Anche il cellulare deve essere uno strumento utile a semplificarti la vita… Non complicartela! 🙂

Time management – Legge di Parkinson

Minor tempo maggior motivazione = maggior rendimento.

Vi è mai capitato? Probabilmente sì, quando ci resta poco tempo per portare a termine un obiettivo diventiamo improvvisamente più veloci e più motivati e riusciamo a lavorare in maniera sovrumana e più efficace.
L’esempio più lampante è quello di Pierino che durante tutta l’estate non apre mai il suo quaderno per fare i compiti delle vacanze, e poi ad una settimana dall’inizio del nuovo anno scolastico riesce (lavorando 19 ore al giorno) a finire l’enorme mole di compiti.

syd-5aerlntueyg1b1urwbro_layout
Ebbene, volete ridurvi sempre all’ultimo momento come Pierino? Se vi piace non fare niente per due mesi e poi ammazzarvi e stressarvi per una settimana fate pure, ma voglio darvi un piccolo trucchetto che vi farà vivere meglio e vi farà essere produttivi anche con obiettivi che apparentemente sono lontani.

Supponiamo di trovarci ad un mese dall’esame universitario X, e per superarlo dovrete studiare 300 pagine. Avreste quindi a disposizione 31 giorni, dunque 300/31 = 10 pagine giornaliere (arrotondate per eccesso). Ora supponiamo che queste 10 pagine giornaliere siano studiabili in 2 ore.
Bene, prendete il vostro Timer (conto alla rovescia) e impostatelo in modo da avere a disposizione per le vostre 10 pagine 1 ora e 45 minuti, facendo in modo che riducendo il tempo a disposizione aumenterà la vostra motivazione e quindi il vostro rendimento.
Così facendo vi ritroverete sotto l’esame a non dovervi affaticare e a non dovervi stressare inutilmente.

Una buona pianificazione vi porterà ad un accumulo notevole di tempo, e unendo una buona pianificazione ai principi della legge di Parkinson vi ritroverete a faticare per meno tempo e a migliorare il vostro rendimento.

Buon lavoro!